23 Settembre 2020
news
percorso: Home > news > volley
www.polisportivacasciavola.com

pediatrica: al via la stagione 2012/2013

21-08-2012 21:56 - volley
E´ iniziata oggi pomeriggio la preparazione della formazione di serie B1 targata Pediatrica in vista del campionato 2012/2013.

Una formazione nata dalla ancor più fattiva e stringente collaborazione fra la Polisportiva Casciavola ed il Volley Livorno che negli anni passati si era limitata al settore giovanile. Le difficoltà economiche patite nella stagione 2011/2012 hanno fatto sì di accelerare i tempi per la nascita di un consorzio che si pone il fine di valorizzare al meglio le atlete provenienti dai rispettivi settori giovanili, convinti che questa, forse, è l´unica soluzione per tentare di continuare a gareggiare nei campionati nazionali.

La scorsa stagione la Polisportiva aveva dato vita ad un progetto ambizioso, quello di riunire alcuni dei più promettenti talenti del volley toscano. Lo scopo era quello di dimostrare che anche la Toscana poteva competere a livello nazionale, con ragazze under del suo territorio, solo riuscendo ad abbattere vecchie diaspore campanilistiche e instaurando una solida e solidale collaborazione.

Forse l´estate scorsa la Polisportiva si è fatta incautamente attrarre e convincere da qualcuno che spargeva ottimismo a piene mani predicando ai suoi servi e sudditi che la crisi non esisteva. Ben presto però le difficoltà si sono realmente e concretamente manifestate ed alcune aziende sponsor sono state costrette a ridurre i loro contributi, talune purtroppo a rinunciare in toto a sostenere il progetto.

Si è creata una situazione difficilmente gestibile e che ha portato la società ad alcune inadempienze economiche nei confronti dei tesserati e chiudere il bilancio in rosso. Una situazione che obbliga ora la società ad impegnarsi nel rimettere in sesto i conti finendo per privilegiare il mercato in uscita più di quello in entrata; altro impegno preso è quello di ridurre notevolmente il budget per il 2012/2013. Questo ha fatto sì che alcune atlete, cui era stata proposta la conferma, non abbiano accettato le offerte loro fatte ed abbiano finito per privilegiarne altre. Ci sono state anche scelte tecniche fatte in simbiosi tra società e staff tecnico che hanno portato a degli addii talvolta anche dolorosi.

Aperta parentesi.

Il rifiuto a continuare il rapporto nella maggioranza dei casi (bimbe) non è stato (dalle famiglie) giustificato ed ascritto solo all´aspetto economico ma anche ad aspettative tecnico-sportive ancor più ambiziose. La società, prima della fine dello scorso campionato, è venuta a sapere che in realtà per alcune (bimbe e famiglie) il divorzio era una scelta già da tempo maturata se non addirittura già fatta; il tutto a seguito dalla preventiva e scorretta opera di mercanzia messa in atto da altre società (toscane e non) . C´è anche chi (famiglia) alle ore 21.00 del 16 luglio manifestava soddisfazione per l´accordo trovato con la dirigenza, soddisfazione confermata telefonicamente dal procuratore, ed alle 10.00 della mattina seguente telefonava informando che l´atleta (bimba) preferiva fare una diversa esperienza. Certo una figuraccia, c´è da augurarsi che il voltafaccia non sia frutto di una voluta presa in giro ma solo dovuta alla sprovveduta ed estemporanea iniziativa di chi (famiglia) non aveva nemmeno ritenuto opportuno metterne a conoscenza la figlia (bimba).

La stagione sportiva 2012/2013 è stata ricca di grandi soddisfazioni a livello agonistico ma da dimenticare per molti altri aspetti, e non solo economici. Una squadra, in campo e sulle tribune, contraddistintasi sempre per buone individualità ma anche per grandi individualismi. In tribuna chi (famiglia) vedeva "tutto dovuto e scontato" per il proprio fenomeno (bimba) per cadere poi in comportamenti spregevoli verso chi in campo (staff tecnico) metteva in discussione quel "tutto dovuto e scontato". In campo qualche bimba che, così ben sostenuta dai suoi esclusivi fans, assumeva atteggiamenti da "campione affermato" cadendo in gesti di riluttanza verso qualsiasi scelta tecnica. Un vero e proprio "contenzioso fra famiglie".

Qualche famiglia, durante il campionato, più volte ha rimproverato alla società di "non mettere becco nelle scelte dello staff tecnico". E´ no, cari amici e compagni, questo la dirigenza si è sempre guardata bene dal farlo!. Certo qualche dirigente di criticare (talora troppo ed a sproposito, talora inopportunamente) lo ha fatto, ma allo stesso tempo ha dimostrato che, quando qualcosa non quadrava, le sue decisioni in seno ed insieme al Consiglio ha saputo prenderle assumendosene tutte le proprie responsabilità.

Quasi tutte le bimbe e le loro famiglie se la sono sgattaiolata sbattendo la porta in faccia, magari facendo le valige nella notte, senza nemmeno un commiserevole cenno di saluto. E´ giusto rimproverare e criticare la società per le sue inadempienze economiche e per i suoi non pochi errori, ma è giusto ricordarsi anche che la società per tutta la stagione quelle bimbe le ha premurosamente adottate e dovutamente niente ha fatto loro mancare. Quelle bimbe la dirigenza le ha riconsegnate nelle braccia delle famiglie se non migliori sul piano tecnico-sportivo certamente più famose. E´ bene ricordare che nessuna di loro aveva finora vinto qualcosa di importante. Quel qualcosa che nel 2012 le ha portate ad essere esposte nella prestigiosa vetrina delle finali nazionali under 18, permettendo loro di trovare acquirenti ben più facoltosi e credibili della Polisportiva.

Gli è stato fatto da baby sitter, badanti, cuochi, insegnanti, tassisti, portantini ed infermieri e più chi n´ha più ne metta, è stato assicurato loro molto di più di quanto sottoscritto nei contratti o garantito a voce alle famiglie. Ed il tutto non è certo venuto per divina provvidenza e a costo zero; qualcuno si è messo la mano in tasca anche quando a farlo doveva essere qualcun altro. Quando i suoi debiti la società li avrà estinti (opera di bonifica già in corso), saranno altre a rimanere permanenti debitrici verso la Polisportiva per lo spirito di sopportazione (bizze e piagnistei) , la riconoscenza, la comprensione, l´umano affetto di cui tecnici, dirigenti e collaboratori l´hanno con sincerità gratificate. Ci voleva tanto alle bimbe ed alle famiglie presentarsi di persona, dire senza remore o mezze parole che male si erano trovate tanto da decidere di andare altrove, senza alcun rancore salutarsi stringendosi le mani e facendosi un reciproco e sincero "in bocca al lupo"?.

Certamente qualunque sia la carriera che saranno capaci di intraprendere le bimbe e le loro famiglie (serie A1, A2, Nazionale, Resto del Mondo, etc.) mai sarà loro rinfacciato o rivendicato un merito da parte della Polisportiva e dei suoi tecnici; i loro nomi e cognomi saranno cancellati dall´archivio casciavolino per essere sicuri di non cadere in tentazioni.

"Bella mi Piso!" esclamazione riservata ad una ragazza che quest´anno lascia la Polisportiva ed alla quale la società sarà sempre legata da sincero affetto perché sempre, manifestamente ed umilmente, ricambiato: Giulia Pisani si trasferisce a titolo definitivo alla Unendo Yamamay Busto Arsizio. A lei, se lo merita, un grande "in bocca al lupo".

Chiusa parentesi.

Chi maggiormente ha risentito e sofferto di una situazione societaria non serena e delle privilegiate attenzioni volte verso la B1 e l´under 18, è stato sicuramente il resto del settore giovanile, sia staff tecnici che ragazze e famiglie. E´ a loro che la Polisportiva deve porgere le proprie scuse per i disagi procurati. Situazione aggravata dalla sprovveduta e deleteria iniziativa intrapresa dal "genitore" di un altro "fenomeno" (che finalmente si è tolto dalle scatole) elevatosi ad inizio stagione a salvatore della patria. Un personaggio cui la società aveva, colpevolmente e masochisticamente, dato troppo credito per alla fine (anzi, fin dall´inizio) ritrovarsi giustamente screditata. Personaggio che poi, troppo tardi, si è reso latitante andandosi forse a rifugiare nella " tana" di inqualificabili anonimi che si assurgono al ruolo di tuttologi del volley, disciplina nella quale (o da tecnici, o da giocatori, o da cantori) per i risultati ottenuti sono da considerarsi solo dei benemeriti incompetenti.

E´ quindi verso il loro settore giovanile che dovutamente la Polisportiva Casciavola ed il Volley Livorno dovranno volgere, con maggiore attenzione, il loro sguardo. Questo impegno è testimoniato dall´allestimento dell´organico della formazione di B1.

Organico che vede una sola conferma rispetto alla stagione passata, quella di Francesca De Bellis (´93). Sono state inserite dal Volley Livorno Alessandra Pitto (´93), Geraldina Quiligotti (´94), Irene Zonta (´96), Virginia Montella (´96), Serena Bitossi (´96); dal giovanile del Casciavola salgono Giulia Modena (´95), Noemi Chini (´95), Alessia Papeschi (´97).
Ritorna in squadra proveniente da Pavia in A1 Rosalba Vicinanza (´94), dal Volley Fucecchio arriva Alessandra Focosi (´95) ed infine, unico lusso consentito, da S.Casciano arriva Giulia Fidanzi (´88). La dirigenza è all´opera per un ultimo inserimento per portare la rosa a 13 unità.

Una formazione molto giovane e nel suo complesso inesperta, una formazione che molto dovrà soffrire, una formazione che siamo altrettanto certi, grazie all´opera dei tecnici Alessandro Menicucci e Nicola Ficini, saprà giorno dopo giorno crescere sia tecnicamente che tatticamente e che ogni partita dimostrerà di saper vendere cara la pelle anche sul piano prettamente agonistico.
Sicuramente un ruolo importante lo giocherà anche, come con grande successo è stato nella passata stagione, la preparatrice atletica Giorgia Silvestri.

La salvezza è un difficile ma non impossibile traguardo; molto dipenderà e sarà legato alla capacità di dirigenti, staff tecnico, atlete e familiari di riuscire a fare "fronte unico" davanti a qualsiasi difficoltà si presenti loro.


Fonte: Petrini Gabriele

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di www.toscanasport.net e accedere ad alcuni servizi quali richieste di informazioni è necessario effettuare la registrazione al sito www.toscanasport.net
Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti ed eventuali offerte del settore sportivo esclusivamente dal nostro gruppo. I dati hanno lo scopo di poter fornire nome utente e password all´iscritto per poter pubblicare notizie sportive su toscanasport.net.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;

MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento intermini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi info@toscanasport.net. I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.

AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1042761 ). Questo riportato è l´indirizzo controllato in data 28/11/2008 se successivamente variato, non è di nostra competenza, ti consigliamo di cercare sul sito del Garante della Privacy e/o sul sito della Guardia di Finanza.

Titolare del trattamento di dati personali è Italiasport.net s.r.l., via Provinciale Francesca Nord n. 92 - 56020 Santa Maria a Monte (PI) - tel. 0587704012 / fax 0587949900, e-mail: info@italiasport.net. Responsabile designato è Marco Angiolini.
Per ulteriori informazioni:
info@italiasport.net
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio