UNDER 16, PEDIATRICA TRA LE PRIME DIECI IN TOSCANA.

17-03-2014 10:24 -

La cronaca della lunga giornata di Cecina, sede del concentramento regionale, non può prescindere dalla citazione dell´omaggio fatto da tutta la squadra alla sfortunata Francesca Crovetti, infortunatasi nel match di andata della finale provinciale, a San Miniato, e adesso in attesa di operazione al crociato. "Per France" la scritta riportata dalle ragazze sul braccio sinistro, assieme al numero "9". Una bellissima iniziativa che ha fatto scappare anche qualche lacrimuccia: sono cose importanti, spesso più del risultato. E il risultato, per le casciavoline, è stato positivo, parlando in generale dei due incontri sostenuti, al mattino con Volley Cecina, nel primo pomeriggio con Volley 88 Chimera Arezzo. La partita con le padroni di casa non ha avuto storia: Cecina ha macinato un buon gioco, servendo fortissimo e ricevendo con estrema sicurezza. La Pediatrica, sorpresa e travolta nella prima frazione, ha risposto nella seconda cambiando assetto, portandosi anche in vantaggio (14-17), ma i troppi errori hanno vanificato il tutto. Solita musica nel terzo set, una resa quasi totale che ha fatto temere il peggio per la qualificazione. E invece, dopo un momento di pausa e relax a pranzo, la squadra si è ripresentata in campo, per il secondo match, con rinnovate motivazioni, mettendo subito all´angolo il Chimera e vincendo agevolmente la prima frazione. Nel parziale successivo, invece, nuovo stop: "colpa" di un turno di servizio incisivo della miglior giocatrice avversaria, ma anche di paure e insicurezze che restano costantemente sotto il pelo dell´acqua, per emergere al primo soffio di vento. Al cambio campo, strigliata della panchina e via di nuovo con il piglio giusto: terzo set portato a casa senza patemi. I patemi sono tornati nella quarta e decisiva frazione, condotta dalle aretine fino al 11-16. Da qui, reazione Pediatrica: quasi con la sola forza dei nervi le casciavoline sono riuscite prima a pareggiare, e poi a distanziare le avversarie. Sul 24-22, ad un passo dal match, incomprensione banale su un appoggio e palla a terra. Punto Chimera, time-out Pediatrica. 24-23, servizio avversaria, ricezione, pallonetto dal centro, forse a terra, forse "salvato" in tuffo. L´arbitro assegna il punto alle casciavoline e parte la festa, poi, richiamato, dal secondo, cambia decisione, rimanda tutti fuori dal campo e decide per la ripetizione del tutto. Le polemiche e le tensioni si spengono con il servizio aretino che sorvola il campo e si spenge due metri abbondanti fuori dalla linea dei nove metri. Ancora festa, con un po´ di apprensione per il terzo incontro: un 3-1 o un 3-0 del Chimera su Cecina estrometterebbe noi condannandoci all´ultimo posto del gironcino. Per fortuna il Cecina, apparso comunque più forte, fa in pieno il suo dovere e regala subito un 2-0 che fa dormire sonni tranquilli alla formazione biancoblu, arrivata tra le prime dieci della Toscana e questo, in attesa di conoscere i nuovi impegni, è già un risultato da sottolineare.

PEDIATRICA CASCIAVOLA: Sara Orsucci (k), Linda Nencini, Sara Lilli, Erica Biasci, Marta Pellegrini, Alessia Perini, Aurora Simoncini, Carolina Chiacchio, Marianna Ricci, Ilaria Perrottelli, Matilde Sullo, Aurora Colosimo, Serena Bernardini (l), Annalisa Leonzio (l). All. Ribechini-Tagliagambe D.A. Pellegrini

Fonte: staff