Piombino recupera da meno 16 ed espugna Pavia (cronaca e commento)

24-11-2013 11:19 -

Si parte e subito sembra di essere nel migliore dei sogni del tifoso gialloblù, cambio del coach e gioco spumeggiante, due bombe del capitano Guerrieri 0/6 e Iannilli e Malvone inchiodano sul 1/10 un Pavia sorpreso dall´avvio bruciante dei Piombinesi. Piombino che a sorpresa schiera in quintetto Malvone per Modica, Magnani parte in panca con Guerrieri al suo posto, dopo 4 minuti e mezzo finisce il calvario di Magnani che dopo 4 partite saltate torna a calcare il parquet, ma purtroppo i suoi meccanismi si sono un po´ arrugginiti, 0 sul 3 al tiro pesante non è da lui, intanto il Basket Golfo e non solo Magnani si inceppa, quel meraviglioso sogno diviene quasi un incubo, errori su errori, 6 palle perse, 3 su 13 al tiro dal campo(23%), portano il Pavia con un 14 a 0 sul 15 a 10. Coach Padovano prova con i cambi rientra Modica per Malvone, dentro Caronna per un Iannilli in difficoltà, ma si va al riposo sul 17/12.
Secondo quarto, due liberi realizzati, un errore in attacco un rimbalzo e un recupero fanno vedere un Caronna molto più partecipe e motivato del passato, ma non basta non può essere il miglior Iannilli, Piombino continua a tirare con i piedi 2 su 11 dal campo (18%). Pavia fa poco meglio, 5 su 14 (36%) ma tanto basta per allargare gradualmente il vantaggio dei locali, Iardella in giornata no segna i suoi primi 2 punti al 17´, Modica non incide in attacco, salvandosi solo ai rimbalzi (saranno 8 alla fine) e con un "parzialino" di 12 a 9 si va alla pausa lunga sul 29 a 21 per Pavia.
Al terzo quarto pronti, via e subito bomba di Degrada e sempre lui ai liberi porta al più 12 i pavesi, Piombino prova a tenere in campo due tiratori, Magnani e Guerrieri, ma le polveri sono bagnate, altro tempo con tiro dal campo catastrofico 3 su 18 (17%), la mano trema, molte incertezze, però Pavia anche grazie alla solita ottima difesa dei piombinesi, non è il solito Pavia degli 85 punti di media in casa e Politi giocatore quasi sempre determinante, si grava rapidamente di falli, per chiudere a 0 punti e meno 4 in valutazione con soli 2 rimbalzi , una gara per lui da incubo. Iannilli prova a sfruttare il vantaggio, ma realizza solo 5 punti nel quarto e va una sola volta a canestro da sotto, limitato da continui raddoppi e da un Sanlorenzo molto combattivo, tanto che nel finale è sostituito nuovamente da Caronna, Degrada sempre lui (18 punti finali) a 30´´ dal termine segna da due ed è più 16, sembra essere stata messa la parola fine al match, ma Iardella, a tempo quasi scaduto spara una bomba fuori coordinazione e ingenuamente Degrada commette un fallo inutile, tre su tre dalla lunetta e si val a meno 13, sul 46 a 33.
Ultimo quarto, Tassone con due liberi riporta i patavini a più 15, impresa disperata per i piombinesi, ma cuor di leone Biancani prende in mano la partita e sfruttando un nuovo schema, studiato in settimana, inizia a tagliare la difesa dei lombardi come fosse burro, il gigante Caronna fa la sua miglior partita da quando è a Piombino (7 punti , 5 rimbalzi e 10 in valutazione), Piombino grazie ai loro canestri si riporta a meno 9 e Malvone con un tiro da tre a 6´ e 30´´ riapre il match 50 a 44, rientra un Iannilli caricato dalla prova dei suoi compagni e torna a segnare alla sua maniera, 7 punti nel finale e 15 totali, ancora Iannilli e Biancani da due ed è meno 1 a 3´ e 48´´ dalla sirena finale, sempre Degrada prova a fermare la rimonta, ma Iardella firma la parità a 2´ e 38´´, quasi tutta la partita in difficoltà su Degrada, Iardella stavolta stoppa il giocatore di Pavia al tiro da tre, , ma su palla persa di Biancani, Sanlorenzo realizza il 56 a 54, lo stesso Biancani si rifà subito in attacco, canestro della parità, 1´ e 16´´ al termine, nel convulso finale, le a 21´´ dalla doccia, Degrada sbaglia da tre e sulla successiva azione Cristelli fa fallo su Biancani, entrambi a segno i tiri liberi ed è vantaggio per il Piombino 58 a 56, mancano 16´´, time out Pavia.
Entra Magnani ed esce Biancani, mossa tattica di Padovano che vuole un fallo per l´ultimo possesso a Piombino, Magnani lo commette su Fossati che realizza entrambi i liberi 58 a 58 a 10´ dal termine dell´incontro, di nuovo fallo di Cristelli e Biancani in lunetta, primo a segno secondo sbagliato, palla a Pavia e ultimo tiro per loro, Petitti chiede di nuovo time out per preparare l´ultimo tiro, ma sulla rimessa uno dei giocatori patavini più esperti Fossati commette passi a 4´´ dalla sirena e sulla rimessa fa fallo antisportivo, Biancani chiude così dalla lunetta realizzando i liberi sul 58 a 61, con Iardella che sulla rimessa congela il pallone fra le mani fino al fischio definitivo.
Piombino dottor Jeckill e Mr. Hyde , partenza sprint nella metà del primo quarto, poi il buio per oltre due frazioni ed infine un ultimo quarto col botto,con parziale di 28 a 12, col 64% nel tiro dal campo, Biancani protagonista con 13 punti in quest´ultimo parziale, due assist e 5 falli subiti con 7 su 8 dalla lunetta trascina la squadra ad un successo fondamentale per il morale del gruppo, ma niente trionfalismi martedì tutti al lavoro, occorre dare maggior continuità e fluidità al gioco, evitare i cali, eliminare le insicurezze, il carattere la grinta non mancano, in difesa lo dimostriamo ampiamente, ma abbiamo qualità anche in attacco, dove però andiamo a sprazzi, penso proprio che li occorra quell´entusiasmo che il coach chiede, abbiamo ora davanti un´altra settimana per preparare al meglio la sfida con Mortara che ieri ci ha raggiunti a quota 8 battendo Montecatini.
Mi scuso per la lunghezza dell´articolo , ma una partita thrilling come questa, dove anche al cronista hanno tremato le ginocchia, meritava un racconto dettagliato e ora domenica tutti al palazzetto a tifare Piombino !!!



Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano