GROSSETO TABU´ PER LA NOSTRA SERIE C

07-01-2013 14:40 -

Boni Grosseto - Vbc Pontedera 3-1 (25/13 - 16/25 - 25/9 - 20/25)

Le soste di campionato spesso sono utili per consentire il recupero da qualche malanno accumulato nelle ultime intense partite e per ripartire belle cariche per il prosieguo del campionato.
Quest´anno poi il campionato è molto equilibrato e non sono molte le partite che partono con risultati scontati in partenza e la trasferta di Grosseto, per noi in particolare, era la partita sulla carta più impegnativa di questo trittico finale di metà calendario. Tuttavia gli imprevisti sono sempre in agguato ed è così che l´influenza ha messo fuori gioco entrambe le nostre Lupi e Alessia Sentieri per cui, in terra di Grosseto, Mamo ha potuto così schierare solo nove atlete disponibili (più Martina che speriamo di vedere prima possibile in campo) con Erica in maglia blu pronta a dare il cambio alle compagne.
Il primo set non era iniziato male con le nostre partire subito con un più tre, ma è stato solo un fuoco di paglia; l´imprecisione in ricezione e in difesa e la scarsa incisività del nostro attacco hanno portato solo 13 punti nel nostro score. Nel secondo set invece la musica è cambiata e le nostre hanno messo sotto le avversarie con una reazione che sembrava aver riaperto una partita nata male, molto bene in questo set tutte le nostre con Ambra (anche lei non al meglio) che affonda i colpi nella difesa avversaria.
Inspiegabile poi il black out del terzo set e quarto set invece molto combattuto con le nostre che riescono a recuperare l´iniziale svantaggio. A metà set il pareggio e la sensazione di assistere ad un finale punto su punto era diffusa in entrambe le squadre e in tutta la palestra, peccato però per quegli errori dell´arbitro (uno davvero evidente) che ci hanno negato il sorpasso e innervosito le nostre atlete.
Ora ci aspettano due scontri diretti molto importanti per il nostro campionato la prossima è in casa e contiamo sul consueto sostegno del nostro pubblico per tornare alla vittoria.


Fonte: Tantussi D.