volley club cascinese: un´esperienza che non deve andare perduta.

30-08-2012 22:26 -

Riceviamo e pubblichiamo

Caro Massimo, caro Stefano

Peccato! Quello che abbiamo fortemente voluto è durato solamente un anno.

La nascita del Volley Club Cascinese, una società nuova, dedicata esclusivamente al reclutamento e all´avviamento alla pallavolo maschile e femminile, avrebbe dovuto mettere da parte campanilismi e antiche rivalità tra la Polisportiva Casciavola e la Pallavolo Cascina per il bene dello sport e dei nostri ragazzi e ragazze.
Un progetto importante di collaborazione, molto apprezzato anche dal Comitato Provinciale FIPAV, finalizzato al raggiungimento di un livello di qualità nell´insegnamento della pallavolo che era stato abbastanza lacunoso soprattutto nella sponda Cascina.
Da un lato Casciavola, da sempre favorevole alla selezione e dall´altro Cascina, da sempre votata a una "pallavolo per tutti" insieme per raggiungere lo stesso obiettivo: quello di insegnare pallavolo e far appassionare bambini e bambine a questo bellissimo sport..

Il raggiungimento di un livello di eccellenza in campo maschile per quanto riguarda Cascina e in campo femminile per quanto riguarda Casciavola con il maggior impegno di risorse umane e di risorse economiche hanno portato gioco-forza a ridurre l´attenzione sul settore giovanile negli ultimi anni.
Casciavola si è trovata ancor più costretta a rivolgersi fuori provincia per trovare atlete all´altezza della situazione avendo però nel proprio roster atlete "fatte in casa" mentre Cascina si è trovata ad affrontare una serie B1 maschile senza giocatori provenienti dal vivaio, fatta eccezione per capitan Donati, e lo scorso anno eguale sorte è toccata alla nuova serie "D" femminile che si è spesso presentata in campo con un sestetto costituito interamente da atlete provenienti da altre società.

Nella primavera 2011 nasce il progetto Volley Club Cascinese proprio per far fronte a questa vera e propria emergenza . Una nuova idea per superare i vecchi metodi di collaborazione tra società quasi sempre destinati al fallimento. Una terza società, dedicata ai più piccoli, a servizio delle due nostre società .

Il risultato di questo primo anno è stato ottimo sotto molti punti di vista: quello organizzativo e quello tecnico in primis con una coordinatrice qualificata e altamente professionale quale Sabrina Bertini che è riuscita a creare un collante tra le allenatrici messe a disposizione dalle due società e a creare un importante rapporto con i bambini e le bambine e con le loro famiglie.

La risposta in termini numerici è stata importante con una crescita esponenziale a livello maschile dopo anni di magra . Qualcosa può essere mancato in termini di risultati economici perché la partenza impone costi immediati che potranno essere recuperati solamente nel corso degli anni.
Poi, a mio modo di vedere, deve essere superato il concetto che il "minivolley" debba servire esclusivamente a fare cassa per le società. Il minivolley deve essere lo strumento per dare a tutti le conoscenze per la pratica della pallavolo con un corretto metodo di insegnamento che si rivelerà utile per coloro che continueranno poi con le esperienze dei campionati giovanili.

Peccato che la Pallavolo Cascina con i suoi vecchi e nuovi dirigenti abbia deciso di abbandonare questo progetto dopo soli 12 mesi. Io , che sono stato insieme con voi uno dei promotori di questa iniziativa, non ho voluto accettare questo dietro front e ho ritenuto di dovermi fare da parte lasciando, dopo 7 anni e importanti risultati, la guida della società.
Spero solamente che il progetto VCC , e cioè di una società dedicata esclusivamente all´ avviamento alla pallavolo con i principi che lo hanno ispirato , possa continuare nella direzione segnata.

Con amicizia

Luigi A. Pierotti


Ringraziamo l´amico Pierotti per questo suo intervento ed allo stesso tempo vogliamo rassicurarlo che il Volley Club Cascinese continuerà nella sua importante attività sociale e di promozione della pallavolo su tutto il territorio del comune di Cascina con lo stesso spirito ed i medesimi principi che lo hanno ispirato. Di tutto questo il sig. Pierotti stesso potrà esserne testimone e garante in quanto confidiamo, come promessoci, sulla sua preziosa e fattiva collaborazione.


Società








Fonte: Ufficio Stampa