B1, IO NON HO PAURA

23-02-2012 12:21 -

Dopo una settimana di stop, due utili partite/allenamento con il Delta Luk di Lucca, e tanto duro lavoro in palestra, sabato 25 febbraio ore 17.45, il Campionato Nazionale Serie B1, girone C, riparte per noi con la lunga trasferta a Cagliari con l´Alfieri.
Il campionato delle nostre prossime avversarie era iniziato molto bene, dieci vittorie dopo dodici giornate, battute solo dalle prime, e sembravano veramente molto in forma per accedere almeno ai play-off. Invece il loro cammino ha trovato degli ostacoli e gli ultimi risultati non sono stati affatto positivi, notando però che in casa le cagliaritane hanno ceduto solo con Scandicci e Valdarno, che sono ottime compagini, specie la prima, con quotazioni in aumento. Quindi, se è vero che il rendimento delle ragazze che andiamo ad affrontare non è quello travolgente di inizio stagione, è pure vero che almeno in casa propria l´Alfieri è sempre un avversario molto difficile a cui togliere punti.
Il CT MACERI CASCIAVOLA invece si porta appresso una buona striscia di risultati positivi, quattro vittorie negli ultimi cinque match, con il gioiello dell´ultima impresa ai danni della più brava della classe, il San Casciano, che anche se rimane la più seria pretendente al salto diretto in A2, continua a soffrire la pressione della gara quando viene a farci visita.
Con tutte queste positive premesse, dobbiamo imporci di affrontare la partita in terra sarda con quella spigliatezza che contraddistingue la nostra giovane compagine, con la fronte alta come chi non conosce la paura di affrontare la battaglia.
Senza più problemi di organico corto, dopo aver digerito il tremendo colpo dell´improvviso stop di capitan Emma Zanolla, con il traguardo della soglia minima di punti per la permanenza in B1 ormai a portata di mano e gli ottimi risultati ottenuti al momento dalla quota Under 18, alle nostre ragazze non resta che andare in campo per divertirsi, per dilettare il pubblico e per dimostrare che, essendo scariche da pressioni il rendimento non può che crescere.
Il momento per fare ancora meglio inizia solo ora.


Fonte: D.T. - Ufficio stampa